Ascensore dei social: Mclaren vs Pomeriggio5 | Pandant Blog
pomeriggio 5 mclaren

Chi sale e chi scende nell’ascensore dei social media di dicembre: McLaren che saluta il suo pilota che approda in Ferrari – e ci commuove – e Pomeriggio 5 che parla di università che certificano i medium.

Torna la nostra rubrica, chi sale e chi scende nel mondo dei social media. Protagonisti sono grandi comunicatori della rete, influencer e anche brand, che a volte salgono l’ascensore dei social, e altre invece, fanno degli scivoloni che gli fanno compiere il percorso inverso. Scopriamo insieme chi sale e chi scende nell’ascensore dei social questo mese.

McLaren corre veloce sulla Rete

Tanti pollici in su per McLaren. La Casa Automobilistica britannica lancia un video molto emotivo su Instagram per salutare Carlos Sainz Jr., uno dei piloti della sua scuderia che il prossimo anno correrà per la Ferrari. Nel video si vede il team di McLaren salutare il giovane pilota, invitando Ferrari a trattare bene “il loro ragazzo”. Ma il video non ci è piaciuto solo per questo. Il team McLaren si è sforzato di parlare in italiano e di promuovere bei messaggi su una sana competitività sportiva, per la serie “saremo sempre avversari nella vita, ma vi abbiamo sempre rispettato”. Davvero un bel gesto premiato da oltre 1 milione di visualizzazioni (oggi). 

Pomeriggio5 e l’affare della “medium certificata”

Immagina un mondo dove i medium sono certificati dalle università. Sembra fantascienza, non credi? Eppure non lo è per il team della redazione social di Pomeriggio 5, il programma condotto dalla carismatica e non nuova a polemiche Barbara D’Urso. In un tweet postato, si anticipa uno dei servizi del programma, “una medium certificata dall’Università di Pavia”. Peccato che sia solo una fake news, con tantissimi post sdegnati e alcuni ironici (seguite il thread, alcuni tweet sono esilaranti), mentre non tarda ad arrivare la risposta dell’Università di Pavia che si dice estranea a tutto: “Ovviamente (ma c’è bisogno di dirlo?) l’Università di Pavia non certifica medium”.

Che dire, per Pomeriggio5 dopo questo scivolone, è proprio notte fonda.