Un gatto mascherato (da avvocato) e le botte di un calciatore che fanno il botto: l’ascensore social di febbraio

Chi sale e chi scende nell’ascensore social di febbraio. Un gatto che fa l’avvocato e un ex calciatore che ha un messaggio speciale per San Valentino.

Un gatto mascherato da avvocato (o viceversa) e un ex giocatore che fa il suo esordio su Instagram (con il botto o meglio con le botte) sono i protagonisti del nostro ascensore social nel mese di febbraio. Ecco le loro storie e perché abbiamo deciso di inserirli nella nostra speciale classifica. Leggi fino in fondo che c’è una menzione d’onore, di un genio che ha guadagnato 16mila dollari su Twitch in una sola notte… dormendo.

“Non sono un gatto, ci sono”

Un avvocato texano, tale Rod Ponton, è diventato una star sui social grazie a un suo esilarante epic fail. Durante un’udienza processuale in streaming sulla celebre piattaforma Zoom, è apparso davanti al giudice nelle vesti di un gattino. Quando il giudice gli ha fatto notare che in video c’era un tenero gattino al posto del suo volto, le reazioni sono state esilaranti: una roba che neanche Gogol o Kafka avrebbero mai potuto immaginare:

“Sono pronto ad andare avanti, sono qui. E non sono un gatto”. Interrogato da Vice, in un’intervista che ti consiglio di leggere se ami come me il surreale, racconta la sua versione dei fatti:

“È stato un errore della mia segretaria. Stavo usando il suo computer e per qualche motivo aveva un filtro installato”. E poi continua, dando alcune informazioni sul caso che riguardava un presunto contrabbandiere che aveva cercato di lasciare gli Stati Uniti.

Esordio su Instagram con il botto (le botte)

In campo è stato un gladiatore, dodici anni con il Manchester United, con cui ha vinto tutto. Roy Keane è stato uno dei centrocampisti più amati degli anni Novanta dagli appassionati di calcio. Il buon Roy, oggi allenatore, ha trovato il modo di farsi notare anche sui social. Appena sbarcato su Instagram, ha pubblicato il miglior post di San Valentino di quest’anno (almeno 

per noi), mostrando arguzia ed ironia. Risultato 605mila approvazioni. La didascalia che accompagna la foto dice, “Non dimenticare di mostrare amore oggi”.

Una menzione d’onore

C’è un nuovo trend su Twitch, il social preferito dai gamer. Si chiama “sleep stream”, ovvero alcuni streamer che decidono di filmarsi mentre dormono. A cavalcare questo trend, un ragazzo di Los Angeles, il 26enne Asian Andy, che è riuscito a farsi pagare ben 16mila dollari dai suoi spettatori (in una sola notte). In pratica, gli spettatori, con ogni donazione, potevano divertirsi a svegliarlo con un rumore. Ne parla Business Insider.

Qui il video dove racconta come è riuscito nell’impresa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto